in

Lombardia

Lombardia” dei Mercanti Di Liquore feat. I Figli Storti, ventotto artisti del panorama musicale italiano impegnati in un progetto sociale e benefico il cui ricavato sarà devoluto ad EMERGENCY per la lotta al Covid-19 in tutta Italia.

La band di Lorenzo Monguzzi e Piero Mucilli annuncia inoltre la prima data dal vivo dopo più di 10 anni di assenza dalle scene: l’appuntamento è mercoledì 2 giugno a Desio (MB), presso Parco Tittoni (info qui).

Il brano è stato registrato, mixato e masterizzato presso Crono Sound Factory di Vimodrone (MI) a marzo 2021. Sarà disponibile a breve la versione video, realizzata da Kodobeat. L’artwork di copertina è di Andy (Bluvertigo).

Si tratta di un progetto sociale e benefico fortemente voluto da musicisti e addetti ai lavori di un intero settore che, nonostante le grandi avversità in cui si trova, rimane unito, contrapponendosi alla distanza ed alle divisioni frutto della pandemia.

Nelle parole di Lorenzo Monguzzi, voce dei Mercanti di Liquore, il perché di questa scelta: “Purtroppo gli effetti del Covid-19 non si fermeranno con i vaccini. Tante, troppe persone sono rimaste vittime della pandemia su più fronti. EMERGENCY é per tutti noi Figli Storti una sicurezza ed il suo impegno nella gestione di questa emergenza sanitaria e sociale é sotto gli occhi di tutti. Grazie a tutti coloro che acquisteranno “Lombardia” da parte dei Figli Storti”.

“Lombardia” è una dichiarazione d’amore ed odio della band, tornata attiva dopo oltre dieci anni di silenzio, che mai come oggi tratta un tema attuale. La regione Lombardia è stata l’epicentro del virus, in Italia ed in Europa, dall’inizio della pandemia “Covid 19”: con i suoi pregi e difetti, non è altro che uno specchio della situazione in cui si trova oggi il nostro Paese e con questo progetto gli Artisti danno voce al concetto di unione attraverso la musica ed il sociale.

É possibile sostenere il progetto ed EMERGENCY anche tramite donazione libera al link tracciato del progetto Mercanti di Liquore e I Figli Storti.

Un inno ad una delle venti regioni d’Italia, con l’ausilio di musicisti di tutta la penisola, per portare un forte messaggio di unione del settore Musica, che dall’angolo in cui si trova non smette di avere voce e si fa sentire con un progetto di tale calibro.

TI PIACE QUESTO BRANO?

Telefonami

One Last Time