in

Neanche Vera

Neanche Vera” è il nuovo singolo di Alessandro Marella. La musica composta da Filadelfo Castro, una canzone che coniuga in maniera innovativa le sonorità dell’elettro pop con quelle del rock suonato. L’arrangiamento è articolato in una prima parte elettronica e sperimentale che si fonde gradualmente ad una seconda parte suonata dalle sonorità graffianti ed energiche. Al basso e alla batteria nomi illustri nel mondo della musica, come Andrea Torresani al basso ( Vasco, Laura Pausini, ecc. ), Enrico Matta detto il Ninja ( storico batterista dei Subsonica ).

Donne davvero libere, in una società paritaria. Donne con uguali opportunità in tutti i campi, senza più essere costrette ogni giorno a lottare per superare gli stereotipi di genere e a combattere contro pregiudizi, attacchi, sottovalutazione, anche violenza, nei gesti e nelle parole. Un desiderio, un sogno, un auspicio e, anche, un appello lanciato da Alessandro Marella, cantautore alessandrino, con il suo ultimo brano, Neanche Vera, testo scritto insieme a Stefano Paviani.

Un inno alla femminilità, al diritto di essere donne in ogni momento, di non essere giudicate per un abito, un trucco o un mestiere, ma di poter realizzare progetti e ambizioni. Alla pari degli uomini, insieme agli uomini, in una società equa e aperta. Il 26 aprile la prima esecuzione, da ascoltare, scaricare, applaudire .

Alessandro Marella

Alessandro Marella, classe 1985, nasce a Terlizzi ma si trasferisce presto ad Alessandria. Sviluppa sin da piccolo una grande passione per la musica, dedicandosi allo studio del pianoforte presso il Conservatorio ‘Vivaldi’ di Alessandria già all’età di 10 anni. Ben presto però Alessandro è costretto a interrompere il suo percorso a causa delle barriere architettoniche che gli impediscono l’accesso alla struttura.

L’artista infatti è obbligato a utilizzare una sedia a rotelle a causa della SMA (Atrofia Muscolare Spinale). Inizia così a frequentare corsi privati che abbandona in poco tempo per il peggioramento della malattia e, di conseguenza, la difficoltà dei movimenti delle mani. È in quel momento che Alessandro scopre le sue doti canore e decide di fondare un gruppo insieme al suo amico Fabio Toninello, gli Abanero, in cui ricopre il ruolo di cantante.

Oggi il cantautore alessandrino ha deciso di intraprendere un percorso da solista e dedicare il suo primo lavoro a chi come lui ha deciso di non farsi abbattere dalle difficoltà che la vita gli mette davanti ogni giorno. Nel 2014 esce il loro primo ep omonimo “Abanero”. Nel 2015 Alessandro, sempre accompagnato dal suo amico chitarrista, decide di intraprendere la strada che più lo rispecchia, iniziando a comporre e scrivere musica pop.

TI PIACE QUESTO BRANO?

Ho Spento Il Cielo

Per davvero